Informazioni generali sulla zirconia 


Che cos’è lo zirconio?
  • Lo zircone (ZrSiO4) è un minerale appartenente alla classe dei silicati e fu scoperto nel 1789 dal chimico tedesco M.H. Klaproth.
  • Il Biossido di zirconio (ZrO2) è un composto dell’elemento zircone esistente in natura ed è utilizzato da 10-15 anni in odontotecnica.
    È parzialmente stabilizzato con Ittrio e arricchito con alluminia e comporta delle caratteristiche positive, quali resistenza alla flessione
    (>1400 MPa*) e durezza (1200 HV*), e un modulo di Weibull di 15,84*.
    (*Valori ICE Zirconia traslucente Zirkonzahn)


Dov’è utilizzato lo zirconio?
  • Oltre ad avere un’elevata resistenza, la zirconia è un materiale bioinerte ed è quindi impiegato sempre più di frequente in medicina (protesi auricolare, protesi al dito e dell’anca) e in odontotecnica (perni, restauri a base di corone, ponti, impianti). A livello industriale è già utilizzato da più di 40 anni. Il colore di base della zirconia è il bianco che può essere cambiato, attraverso un procedimento di infiltrazione con liquidi,
    nei 16 colori della scala Vita e nel colore rosa gengiva. Questo possibilità, insieme alle caratteristiche biotecniche del materiale, permette di fabbricare restauri biocompatibili, di alta qualità ed estetici.


La zirconia è radioattiva?
  • Tutto è radioattivo! Ad esempio il corpo umano contiene 6000 Bq. Una corona in zirconia pesa circa 1 grammo e 1 chilogrammo di ossido di zirconio contiene circa 2,3 Bq. Una corona in metalloceramica può contenere fi no a 1000 Bq/kg!


È possibile la protesi dentaria estraibile?
  • Sì, se si tengono in considerazioni determinate leggi fisiche e l’odontotecnico padroneggia le tecniche di fabbricazione.


Perché i ponti si possono rompere?
Quando si fanno errori fondamentali di progettazione della fabbricazione della struttura, può succedere che i ponti si rompano. Vi è uno strumento per il calcolo del dimensionamento per le strutture della Zirkonzahn.


Come si comporta la zirconia per quanto riguarda il processo di invecchiamento e la perdita di resistenza adesso connessa in confronto alla metalloceramica tradizionale?
  • Tutti i materiali per strutture invecchiano, anche i metalli. La resistenza alla flessione prima dell’invecchiamento del metallo è di circa 500 MPa, quella dell’ ICE Zirconia di 1400 MPa. Con una perdita di resistenza teorica, finora non dimostrata, del 30% la zirconia ha ancora sempre il valore di 980 MPa, pari all’acciaio.


Confronto estetico tra zirconia e metalloceramica
  • Le strutture di ICE Zirconia sono traslucenti e quindi di gran lunga superiori dal punto di vista estetico alla struttura metallica.


Per quanto tempo rimangono inalterabili le strutture di zirconia stratificate rispetto alle strutture in metalloceramica?
  • Con la corretta conformazione della struttura in termini di dimensione e precisione non vi è nessuno svantaggio rispetto alla tecnica per metalloceramica.

100% Zirconia Prettau® vs. metallo ceramica



Come sono i costi rispetto alla metalloceramica?
  • Per quanto riguarda l’impiego del materiale la zirconia è ugualmente cara o poco più cara della metalloceramica.


È possibile utilizzare la zirconia al 100%?
  • Gli esperti odontotecnici sono assolutamente in grado di realizzare con la zirconia restauri protesici eseguiti tradizionalmente con
    metalli nobili.
  • A questo proposito, la Zirkonzahn ha sviluppato la zirconia Prettau® super traslucente e una tecnica d’infiltrazione dei colori ad essa specificamente adattata.

Le informazioni contenute in questo sito sono destinate esclusivamente ad una utenza di tipo professionale operante nel settore odontoiatrico. In ottemperanza con quanto previsto dalla normativa vigente, dichiaro sotto la mia responsabilità di essere un professionista del settore odontoiatrico e di essere pertanto competente a prendere visione del contenuto presente in questo sito internet.