Titanium Base Extractor 



 

 
 
L’abutment e l’analogo da laboratorio o l’impianto vengono adattati l’uno all’altro sul modello maestro o in bocca e poi avvitati. Nel caso degli impianti con geometrie dell’ingaggio ad accoppiamento con cono Morse, il bloccaggio avviene attraverso l’attrito statico dei due componenti, i quali in seguito non possono più essere separati a mano in modo convenzionale senza subire danni. Con l’aiuto del Titanium Base Extractor è possibile rimuovere l’abutment evitando il sovraccarico sulle parti osteointegrate o i danni dell’impianto o dell’analogo da laboratorio.
 
Il Titanium Base Extractor viene avvitato nella filettatura interna dell’abutment finché il perno non tocca il fondo dell’impianto. L’ulteriore avvitamento fa sì che l’abutment venga rimosso delicatamente e senza problemi dall’impianto o dall’analogo da laboratorio.
I sistemi che lo richiedono sono elencati qui di seguito, nella Panoramica delle caratteristiche.
 
Panoramica delle caratteristiche
  • Strumento per la rimozione semplice delle basi in titanio dall’analogo da laboratorio o dall’impianto con accoppiamento cono Morse
  • Diversi estrattori per diversi produttori
  • Rimozione semplice e sicura dell’abutment dall’analogo da laboratorio e/o dall’impianto senza danni

Utilizzabile con i seguenti sistemi implantari:

  • Titanium Base Extraktor Dentsply - Ankylos 3,5-7,0
  • Titanium Base Extraktor Camlog - Conelog 3,3-4,3
  • Titanium Base Extraktor Camlog - Conelog 5,0
  • Titanium Base Extraktor Biotech 3,0-5,4
  • Titanium Base Extraktor K3 - 2 mm
  • Titanium Base Extraktor K3 - 3 mm

Le informazioni contenute in questo sito sono destinate esclusivamente ad una utenza di tipo professionale operante nel settore odontoiatrico. In ottemperanza con quanto previsto dalla normativa vigente, dichiaro sotto la mia responsabilità di essere un professionista del settore odontoiatrico e di essere pertanto competente a prendere visione del contenuto presente in questo sito internet.